La marca da bollo (o semplicemente bollo) è un tributo alternativo all’IVA e va applicata esclusivamente per le fatture emesse senza l’addebito dell’iva. Il meccanismo generale è il seguente:
  • sulle fatture con importi superiori ad € 77.47 la marca da bollo va applicata sia se sono in formato cartaceo che elettronico;
  • Sulle fatture con importi inferiori a € 77.47 la marca da bollo non va mai applicata;
  • se le fatture presentano contemporaneamente importi soggetti ad IVA ed importi non soggetti, la marca da bollo va applicata solo qualora gli importi non soggetti ad IVA siano superiori a € 77.47.

In ogni caso l'importo della marca da bollo,qualora sia dovuta, è di € 2.00.

N.B.:L'imposta di bollo è a carico dell'agenzia di viaggio che può decidere se rivalersi o meno sul cliente finale.

Quando si applica il bollo:

 

REGIME IVA

CAUSALE IVA

BOLLO

IMPORTO BOLLO

Speciale 74ter

UE

NO

-

ExtraUE

SI se superiore ad € 77,47

2,00 €

Misto

SI se parte ExtraUE superiore ad €77,47

2,00 €

Ordinario

IVA 4% - 5% - 10% - 22%

NO

-

Non imponibile art. 7 - 8 - 9

SI se superiore ad € 77,47

2,00 €

Esente art. 10

SI se superiore ad € 77,47

2,00 €

Fuori campo art. 2, 3, 4, 5, 6, 15

SI se superiore ad € 77,47

2,00 €


NOTE

Il pagamento dell'imposta di bollo relativa alle fatture elettroniche emesse in ciascun trimestre solare va effettuato entro il giorno 20 del primo mese successivo al trimestre di riferimento (quindi 20 aprile, 20 luglio, 20 ottobre, 20 gennaio).

L'Agenzia delle Entrate mette a disposizione all'interno del portale “Fatture e Corrispettivi” un servizio per verificare l'ammontare complessivo dell'imposta di bollo dovuta sulla base dei dati presenti nelle fatture elettroniche inviate attraverso il Sistema di interscambio e il modello di pagamento precompilato.

Le copie conformi delle fatture sono soggette ad imposta di bollo solo se lo era anche la copia originale.

Le ricevute fiscali manuali sono soggette ad imposta di bollo in formato tradizionale (marca da bollo) con le medesime regole indicate nella tabella precedente.

 

Applicazione bollo in SferaNET

È possibile gestire l’applicazione del bollo totale dalla funzione “Applicazione bollo fattura/estratto conto”, nel menù “Contabilità”

 

Bollo in fattura

L’imposta di bollo verrà applicata o meno in fattura tenendo sempre conto delle regole riportate nella tabella iniziale. L’agenzia avrà poi facoltà di esercitare la RIVALSA verso il proprio cliente, addebitandogli l’importo.

Di seguito il dettaglio:

Bollo applicato ma non addebitato al cliente (SENZA RIVALSA)

In questo modo non verrà creata nessuna registrazione relativa al bollo in prima nota ma il bollo risulterà soltanto nel file XML ai fini della corretta comunicazione all’Agenzia delle Entrate:

Bollo applicato ed addebitato dal cliente (CON RIVALSA)

Impostando il bollo come “pagato dal cliente” verrà creata la registrazione in prima nota (sia nel libro giornale che nel registro IVA) oltre che riportato nel file elettronico, come nel caso precedente

Prima nota

File XML

ATTENZIONE: a fronte dell'addebito del bollo al cliente, si potrebbero però verificare 2 scenari:

- il cliente pagherà  effettivamente il bollo

- oppure il cliente non pagherà il bollo.

BOLLO EFFETTIVAMENTE INCASSATO DAL CLIENTE

Nel primo caso, dovrà essere inserito l'incasso dei 2 euro di bollo direttamente nella fattura:

,

BOLLO NON INCASSATO DAL CLIENTE

Nel secondo, sempre dalla sezione incassi della fattura, si rileva una sopravvenienza passiva:

 

Quadro di sintesi:

 

 Bollo previsto

per legge

 Bollo NON previsto

per legge

Bollo addebitato

al cliente

(RIVALSA)

· Comunicazione tramite XML: SI

· Registrazione contabile dell'addebito al cliente: SI

Situazione non ammessa e non consentita dal  gestionale

Bollo NON addebitato

al cliente

· Comunicazione tramite XML: SI

· Registrazione contabile dell'addebito al cliente: NO

· Comunicazione tramite XML: NO

· Registrazione contabile dell'addebito al cliente: NO

 

 

Questo articolo ti è stato utile?

1 1 1 1 1 Vota 0.00 (0 Voti)